contouring is my religion!

Ciao whitersIl contouring, per  chi ancora non ne avesse sentito parlare, è una tecnica avanzata di correzione dei difetti morfologici di un viso, che tramite l’uso del make-up, va ad esaltarne i punti di forza, ed a nascondere tutti quei tratti che non ci piacciono o che ci creano qualche insicurezza. Ma il contouring è anche molto più di questo, infatti aiuta a dare tridimensionalità ad un viso, ed a riequilibrare tutti quei volumi che andiamo a perdere una volta applicato il fondotinta.

In breve, si può dire che questa tecnica, obbedisca alla "legge del chiaro/scuro", infatti  ruota tutto intorno all'uso di soli due colori: un colore chiaro, che riflettendo le luce, crea l'illusione ottica del portare in fuori una determinata sezione del viso, ed uno scuro che aiuta a minimizzare ed a dare, viceversa, l’illusione di portare in dentro una determinata parte.  Nasi che diventano più sottili, visi che diventano più allungati ed incavati, zigomi messi in risalto, mascelle rese meno prominenti, e molto altro ancora! Esistono addirittura contouring specifici per occhi e labbra, ma li vedremo in un post futuro.

Fondamentalmente vi sono due tipologie di contouring: una versione più soft, realizzata solo con prodotti in polvere, che consiglio di inserire nella vostra make-up routine (alla stregua dell’applicazione del blush), per andare a scolpire leggermente alcuni tratti, in modo del tutto naturale, ed una variante invece, molto più intensa, realizzata con i prodotti in crema ed usata per lo più su modelle ed attrici, essendo una tecnica dalla resa straordinaria e di forte impatto sui set, ma concessa a noi comuni mortali giusto in qualche serata speciale, perché altrimenti risulterebbe davvero troppo esagerata nella nostra quotidianità.

Ora vi dirò i passaggi fondamentali per la realizzazione di un contouring con prodotti in crema, molto di base ed adatto quasi tutti i tipi di viso, ma in primis eccovi  qualche accenno su prodotti e strumenti:

- la prima regola è: mai mischiare prodotti dalle texture differenti, ovvero, mai michiare prodotti in polvere con prodotti in crema, e viceversa, onde evitare un effetto troppo artificiale o ancor peggio, poco uniforme. 

- la seconda regola è quella di prediligere pennelli non troppo grandi per la fase della sfumatura, in modo da avere un risultato molto più preciso. Alcune persone preferisscono invece ricorrere all'uso delle spugnette beauty blender (ovviamente con l'uso solo di prodotti in crema), quindi usate gli strumenti con cui più vi trovate meglio. 

- terza regola: non vi sono prodotti specifici, ma potete usare davvero un po' di tutto, dal fondotinta in colori diversi, ai correttori, terre, ombretti, etc. E' importante solo stare attente ai colori più adeguati, ed alle texture mai diverse.

Dopo aver preparato una base make- up, su cui andremo a lavorare, attraverso l'idratazione  e l'uso di un primer, siamo pronte a passare all'applicazione del fondotinta. E' importante scegliere un colore che vada a fondersi perfettamente con il nostro incarnato, e che al massimo sia di un tono più chiaro, ma mai più scuro.  Come secondo step, andiamo ad applicare un colore molto chiaro sotto gli occhi, andando a creare grossolanamente due triangoli capovolti. Successivamente andremo a stendere lo stesso colore anche lungo il ponte del naso ( solo se avete un naso largo), sugli zigomi e nella parte tra zigomo e mascella, tra le due sopracciglia, andando a salire fino al centro della fronte, poi al centro del mento ed infine  sull'arco di cupido, ovvero la parte tra il labbro superiore e la punta del naso.  Adesso è il momento di passare all'applicazione di un colore scuro, dove andremo a stenderlo su tempie, sotto lo zigomo, lungo l' attaccatura dei capelli ( non se avete la fronte troppo bassa), e lungo la mascella se necessario.  Successivamente si passa al momento più critico, ovvero quello dello sfumare ed uniformare il tutto. In genere si usano due pennelli differenti, e si parte con lo sfumare i chiari e gli scuri con la pelle, e solo dopo andare ad unire e sfumare i due colori insieme: in questo modo eviteremo di riappiattire e/o macchiare il viso. A questo punto si può andare direttamente a fissare con un velo di cipria opacizzante, o  proseguire,  enfatizzando ancora un po' i punti più scuri con una terra, ed applicare un tocco di illuminante su quelli chiari. In generale, più quantità di prodotto andrete ad usare, più il risultato sarà scultoreo, quanto finto, quindi  come dicevo prima, soprattutto la versione con prodotti in crema va saputa usare e dosare. Infine, mi sento di dirvi, che credo che il metodo del  contouring diventi un qualcosa di personale, alla stregua del metodo personalissimo che ognuna di noi ha per il mettersi l'eyeliner, quindi ad ognuna il suo, l'importante è esser giudiziose!

Personalmente, dopo aver visto certi video tutorial, non mi credevo capace di essere alla portata di una tale tecnica, ma il mio desiderio di avere un viso più fine, dettato dal mio complesso del “viso a pesce palla”, mi ha aiutata a perseverare nel padroneggiare tale tecnica, tant’è che in breve tempo sono diventati passaggi normalissimi nella mia make-up routine. Adesso mi permetto molto più spesso di girare con i capelli legati, ed anche se concordo sul doversi amare incondizionatamente, trovo più che giusto l’uso di qualche stratagemma di trucco per sentirci più belle e sicure di noi stesse. Non c’è nulla di più bello che fare un qualcosa per il gusto di stare in pace con se stessi, ed accettarsi, piuttosto che farlo per non ricevere giudizi o critiche. Grazie al contouring ho imparato ad avere più fiducia, sia quando ne faccio uso, che quando ne faccio a meno, ed è questo quello che conta. Spero che tutte voi abbiate imparato qualche piccola nozione di trucco in più, e che prima di imparare a nascondere i difetti, impariate ad accettarli. Un bacio, ed alla prossima!

Giorgia

 

 

(foto fonti: https://www.groupon.com/ www.pinterest.com)