Garter ♡


Oggi si parla di giarrettiere! No, non di quelle usate come indumento di biancheria intima, formate da un pezzo di stoffa arricciato tramite elastico, ma di una nuova tipologia, usata alla stregua di collane e bracciali. Non serve più una particolare occasione per indossarla, né per conquistare, né per una funzione scaramantica, che sia il giorno del matrimonio di una sposa, o la notte di capodanno. Anzi, sapete il motivo di queste superstizioni, giusto per la cronaca? In passato, prima che queste giarrettiere si avvalessero degli elastici, si era soliti usare nastri o merletti,

chiusi da fiocchi, e lo sciogliergli era simbolo di entrata in una vita, che sia insieme alla persona amata, o semplicemente l’ingresso in un nuovo anno. Fatto sta che adesso non sono più indumenti da nascondere sotto gonne e vestiti, tutt'altro: sono realizzate da una serie di fascette elastiche orizzontali, circa tre o quattro, tenute insieme da due fascette verticali, una anteriore ed una posteriore. Si possono personalizzare con borchie o piccoli fiori in stoffa, e si usano sotto pantaloncini ad alta vita, gonne, o addirittura sopra dei collant. Sono un qualcosa di davvero facile da realizzare anche a casa, grazie ai numerosi tutorial su internet, ed all’uso di materiali facilmente reperibili anche nella cassetta del cucito che abbiamo a casa. Queste giarrettiere hanno una funzione puramente ornamentale, ma esiste anche la tipologia che funge da reggicalze, dove troviamo una fascetta regolabile per gamba, alla quale vengono unite delle bretelline poste longitudinali alla coscia,terminanti con un gancetto a pinza, atte a punto ad attaccarci alle estremità delle calze. Anche queste vengono decorate spesso con cuori in metallo o borchie, e si usano sia colori scuri, che in tonalità pastello. Vi allego le foto della giarrettiera WHITE che mi sono cucita da sola!


Giorgia