Welcome to WhiteFashionLecce... | Alexbarra (HD)
Welcome to WhiteFashionLecce... | Alexbarra (HD)
Marzo e lotto ogni giorno
Marzo e lotto ogni giorno
Justine Mattera | Christian Carlà (HD)
Justine Mattera | Christian Carlà (HD)
Ante Fashion Holidays 6 | (HD)
Ante Fashion Holidays 6 | (HD)

Weber e Testino accusati di molestie sessuali. Vogue taglia i ponti

crop

Anche l'universo della moda nella bufera per le accuse di molestie sessuali. Nell'occhio del ciclone ci sono i fotografi Mario Testino e Bruce Weber, messi sotto accusa da modelli e assistenti, come ha riferito un articolo del New York TimesCondé Nast mette fine alla collaborazione con entrambi, e il mondo dell'industria segue a ruota.

Da quanto avrebbe riferito un ex assistente di Testino, sembra che il fotografo (nella foto) avesse l'abitudine di coinvolgere modelli eterosessuali e sottoporli a ripetute avance. Camere di albergo, automobili e voli di prima classe erano l'ambientazione per le sue bravate. «Sexual predator": così lo ha definito il modello Ryan Locke: pare che Testino durante una seduta fotografica abbia mandato via tutti gli altri membri del team e che sia saltato addosso a Locke.

Non sono da meno le accuse a Weber: alcuni modelli avrebbero riferito che il fotografo li costringeva a posare nudi per degli shooting test, invitandoli a fare esercizi di respirazione che conducevano ad atteggiamenti inappropriati.

I portavoce di entrambi i fotografi rigettano le accuse, a cui Weber ha ribattuto con una dichiarazione personale: «Nego queste accuse e mi difendo con decisione - ha scritto su Instagram -. Ho dedicato la mia carriera a catturare l'essenza dell'anima umana con le mie foto e sono sicuro che, al tempo dovuto, la verità avrà la meglio».

I legali che rappresentano Testino, dal canto loro, mettono in discussione la credibilità delle persone che accusano il fotografo.

Le reazioni da parte dei giornali e dell'industria sono arrivate tempestivamente. Il ceo Bob Sauerberg e Anna Wintour, direttore artistico di Condé Nast, hanno dichiarato che non commissioneranno più lavori a Weber e Testino. La casa editrice annuncia l'uscita entro fine mese di un nuovo codice di condotta per proteggere i modelli dagli abusi sessuali sul posto di lavoro.

Stessa presa di posizione anche da Michael KorsRalph Lauren e Stuart Weitzman. E da Burberry un portavoce ha dichiarato: «Prendiamo molto sul serio questo tipo di accuse. Burberry è attento a creare un ambiente di lavoro sicuro e giusto e da noi c'è tolleranza zero nei confronti di ogni forma di molestia, abuso o discriminazione».

(Fonte fashionmagazine.it)